Chi siamo - Mappa del sito - Dove Siamo - News
Sicurezza - Trasparenza - Job opportunities
Home Page Privati Imprese Soci Home Banking
Più vicini , più presenti: la tua Banca in Libertá
 Oggi:1 settembre 2014
  Chi Siamo:  
.. Breve storia della Banca
.. Organi Sociali
.. Sede e uffici Centrali

Ali alle tue radici

 
  Chi Siamo > Breve storia della Banca  


   
 
 
La Banca viene costituita nel 1920 a Licata, in provincia di Agrigento, con la prima denominazione di "Unione Economica Popolare" e allo scopo di sostenere l'attività delle imprese minori del territorio. Un primo periodo di assestamento viene superato nel 1926, quando la guida dell'Istituto - che assume anche l'attuale denominazione - è affidata al Cav. Avv. Angelo Curella, considerato l'effettivo fondatore.
Nel 1967 raggiunge i 10 sportelli che raddoppieranno al termine degli anni settanta, nel corso dei quali la Banca Popolare S. Angelo si insedia nella prestigiosa Sede sociale di Palazzo Frangipane, al termine di un complesso restauro che restituisce a Licata una delle più suggestive testimonianze dell'architettura barocca in Sicilia.
Due eventi di grande significato degli anni ottanta - gli anni di maggiore sviluppo territoriale della Banca e della costituzione di una fitta rete di collegamenti operativi con istituzioni comunitarie di primo piano -, sono la nascita del notiziario aziendale "Orizzonte Sicilia", strumento di comunicazione con i Soci e con i diversi settori di opinione del territorio economico e la creazione della Fondazione Curella, del cui comitato fanno tuttora parte, celebri economisti italiani e che dal 1987 in poi promuove annualmente un "Osservatorio Congiunturale", per affrontare le tematiche centrali dell'economia internazionale, italiana e regionale.
Si intensifica anche l'attenzione della Banca alla figura del "Socio", posta sempre a fondamento dell'esistenza stessa della Banca. Viene anche istituito il pacchetto di servizi "Grazie Socio", che attribuisce al Socio un ruolo di assoluto privilegio.
E siamo ai nostri giorni. La Banca Popolare S. Angelo ha concentrato il suo impegno nelle province di Agrigento e Caltanissetta, oltre che nel capoluogo regionale, cioè nelle zone in cui tradizionalmente è più incisiva e apprezzata la sua presenza. In uno scenario di globalizzazione dei mercati si esaltano il valore e la funzione delle strutture creditizie molto agili, orientate ad agire in una porzione limitata di territorio che conoscono a fondo, purché sostenute, come avviene per la Banca Popolare S. Angelo, da un solido adeguato supporto tecnologico e soprattutto dalla capacità di modellare l'offerta di prodotti e servizi alle reali esigenze del territorio di competenza, facendo della tempestività, della conoscenza e della relazione diretta con il cliente il suo punto di forza più caratterizzante. Il 20 ottobre 2005, dopo delicati lavori di restauro e ristrutturazione, la Banca Popolare S. Angelo ha ufficialmente inaugurato la sua nuova sede di Palermo, dove ha insediato Ufficio di Presidenza e servizi di Direzione Generale, oltre alla più importante delle sette attuali filiali di Palermo: è stato così restituito all'originario fascino Palazzo Petyx, un edificio liberty d'inizio '900, nato inizialmente come Opificio Dagnino, per la produzione di mobili pregiati, divenuto in seguito elegante residenza della nobile famiglia Petyx.
Con il recupero del Palazzo, la Banca ha voluto dare un preciso segnale ad una città come Palermo, particolarmente attenta al recupero del bene architettonico e territoriale, ponendo le basi per accrescere il suo impegno a favore delle famiglie, delle imprese del territorio, nonché per affermare la sua volontà ad essere diretto punto di riferimento dei numerosi soci cittadini.
Per quanto riguarda la mutualità con il territorio, la Banca si è resa promotrice di diversi eventi culturali importanti e di prestigio nel corso degli anni, quali ad esempio: "Evento Bulgari", che ha visto concentrarsi tra le mura di Palazzo Petyx il fior fiore della città di Palermo; "Invito a Palazzo", con l'apertura di Palazzo Frangipane e Petyx con visite guidate; e l'evento "De Chirico" che ha testimoniato ancora una volta il grande interesse che la Banca Popolare Sant'Angelo mostra per l'arte e la cultura.
Il 1° dicembre 2008 sono stati acquisiti 3 sportelli dall'Unicredit (Roma, Catania e Palermo) che danno tuttora grande impulso allo sviluppo e l'immagine della Banca.
La rete territoriale della Banca Popolare S. Angelo è oggi composta da 29 sportelli suddivisi nella provincia di Agrigento e Caltanissetta, e nelle città di Palermo e Catania. Inoltre, opera presso la Capitale d'Italia, Roma, un prestigioso sportello in Via Vittoria Colonna.